Hotel sui social: 3 lezioni da Facebook per realizzare annunci video che colpiscono nel segno

Come Youtube è diventato il pallino di Google, così i video nativi sono diventati quello di Facebook. A gennaio 2016 infatti Mark Zuckerberg ha annunciato esultante che ogni giorno 500 milioni di persone guardano video su Facebook, per un totale di 100 milioni di ore di visualizzazione.

Anche per l’hotel, pubblicare e promuovere video nativi su Facebook offre nuove possibilità di interagire con la gente ed essere notati. Ma come creare dei contenuti video che siano davvero degni di essere cliccati e condivisi?

 

Il contesto prima di tutto

Non dobbiamo dimenticare che i video di Facebook sono per la maggior parte guardati da uno smartphone e che le persone accedono soprattutto per passare il tempo e per sbirciare cosa fanno gli amici. Lo fanno di sfuggita mentre sono in piedi sul tram, mentre aspettano l’autobus o mentre sono in fila in banca. I video che realizzeremo per il nostro hotel, che si tratti di annunci a pagamento o meno, dovranno essere realizzati tenendo conto di questo contesto.

Per capire meglio come andare incontro ai gusti e alle abitudini degli utenti, il team di Facebok ha condotto un esperimento: un gruppo di persone estranee al mondo della pubblicità e del marketing è stato invitato a guardare e giudicare 850 annunci video in lingua inglese condivisi sul mercato statunitense ed europeo tra l’ultimo trimestre 2014 e l’ultimo trimestre 2015.

Quello che emerge è che un annuncio video dovrebbe prima di tutto e soprattutto essere concepito in relazione al contesto, ossia il News Feed di Facebook, dove regnano le piccole dimensioni, la rapidità e l’assenza di suoni.

1 – Non sottovalutate i segnali visuali

Il 76% degli annunci video sottoposti al test richiedeva l’attivazione del suono per conoscerne i contenuti e solo il 24% era comprensibile senza attivare i suoni. Ma fare affidamento solo sull’audio per lanciare un messaggio è un grosso errore perché gli annunci video su Facebook partono senza suono. Per attirare l’attenzione è importante utilizzare segnali visuali, come frasi scritte o didascalie che attirano l’attenzione dell’utente.

2 – Metti il brand in prima linea

Dal momento che il mobile feed è un ambiente che scorre velocemente, fate in modo che il vostro brand sia ben visibile fin dall’inizio e fate il modo che il vostro messaggio compaia subito di fronte agli occhi di legge. Mostrare fin da subito il brand attira l’attenzione degli utenti. Anche questo aspetto viene di solito sottostimato: infatti dal test è emerso che ne primi 10 secondi senza suoni appena il 28% degli annunci risultava facile da capire e che solo il 46% mostrava il link del brand in modo riconoscibile.

3 – Segui il modello Facebook

A conclusione dei test Facebook ha creato un modello che dovrebbe garantire la massima Ad Recall, ossia la capacità di collegare un prodotto a un brand appena dopo la visualizzazione dell’annuncio. Il modello, riassunto nell’immagine sotto, ribadisce l’importanza di creare annunci video pensati apposta per il News Feed, che mostrino bene il prodotto, il brand e che contengano un messaggio chiaro e una narrazione comprensibile anche senza suoni.

“In un ambiente che cambia così velocemente, evolvono anche le nostre aspettative su quello che consumiamo nei News Feed – vogliamo essere immersi in contenuti nativi rispetto al loro contesto,” dicono gli esperti di Facebook. E noi concordiamo.

Oggi stiamo testando annunci video per diverse tipologie di hotel su Facebook, come l’Hotel Torre di Cala Piccola. Anche in questo caso abbiamo ottenuto risultati eccellenti con una spesa molto contenuta (circa 40,00 €)

 

- See more at: http://www.bookingblog.com

Condividi